Album foto – Scuole primarie a Babonde (RDC)

Scuola BabondeLa Scuola è pubblica, soprattutto dopo gli anni della nazionalizzazione, in cui molte scuole iniziate dai missionari sono passate sotto lo stato. E’ divisa tra primaria e secondaria, due cicli di sei anni ciascuno.

Dopo più di un decennio di guerra e ribellioni la regolarità e la qualità dell’insegnamento lasciano a desiderare, anche se alberga forte nel cuore degli allievi e dei parenti il desiderio di dare una istruzione adeguata. Per molti risulta inaccessibile a causa delle ristrettezze economiche che impediscono di pagare con regolarità la prime, ossia il premio che sostituisce o integra il salario che lo stato passa a non tutti gli insegnanti e professori. Avviene così che a Babonde, mentre nelle classi iniziali di una scuola superiore si iscrivono fino a 100/120 alunni, coloro che sostengono gli esami finali per il diploma non superano la quindicina.

L’aumento demografico e l’esigenza di avere delle classi dei primi anni per la scuola primaria spinge le famiglie ad attivarsi, loro stesse, per l’inizio di nuove scuole che potremmo dire “private” vista l’assenza di iniziativa dello stato e della assenza di mezzi messi a disposizione.

Nascono così delle scuole non “meccanizzate”, oppure riconosciute ma non “meccanizzate”, ossia che sono entrate nella lista delle scuole ufficiali, ma non supportate, che devono provvedere alla struttura (costruita in materiale identico a quello per le capanne – poto poto), al materiale didattico, al salario degli insegnanti: alle famiglie e al lavoro degli alunni il pensare al tutto. Ecco che, se in molti cominciano, durante l’anno, buona parte di essi sono forzati al “ritiro” per mancanza di mezzi economici.